Sospensione mutui e finanziamenti

Assistenza per bloccare il pagamento

delle rate

Soluzioni per i privati.

La legge 244/2007 prevede la possibilità per i privati di sospendere il pagamento delle rate di mutui per l'acquisto della prima casa in tutti i casi di:

  • perdita involontaria del lavoro;

  • morte e riconoscimento di handicap grave o di invalidità civile non inferiore all'80%;

  • sospensione dal lavoro o riduzione dell'orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni.

Soluzioni per lavoratori autonomi e liberi professionisti.

Il D.L. 18 del 17.03.2020 (c.d. decreto Cura Italia) ha esteso la possibilità di sospendere il pagamento delle rate anche ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che autocertifichino un calo di fatturato superiore al 33% rispetto all'ultimo trimestre del 2019.

Soluzioni per le imprese.

Secondo il decreto legge n. 18 del 17.03.2020 micro, piccole e medie imprese  possono ottenere fino al 30 settembre 2020 la sospensione di:

  • rate di prestiti e mutui;

  • canoni di leasing;

  • prestiti non rateizzati.

Inoltre gli istituti non possono revocare fino al 30 settembre 2020:

  • i finanziamenti accordati su anticipi crediti;

  • le linee di credito accordate sino a revoca.

L'Accordo per il Credito 2019 sottoscritto da ABI con le associazioni delle micro, piccole e medie imprese prevede la possibilità di:

  • sospendere fino a un anno il pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti;

  • allungare la scadenza dei finanziamenti (cosiddetta Misura “Imprese in Ripresa 2.0”).

In relazione all'emergenza sanitaria è stato stipulato l'Addendum all'accordo per il Credito che ha esteso l’applicazione della misura “Imprese in Ripresa 2.0” ai finanziamenti in essere al 31 gennaio 2020 erogati in favore delle imprese danneggiate dall’emergenza epidemiologica “COVID-19”.

Il nostro Team è a disposizione per verificare i presupposti di accesso ai migliori benefici in tuo favore.

saldo e stralcio mutuo