Cerca
  • ASANA Comunicazione

Addio monolocale, addio!

Il mondo è cambiato. Il periodo di chiusura forzata ha scaturito cambiamenti sulle nostre abitudini ma anche sui nostri gusti.

A dimostrarlo sono le tendenze del mercato immobiliare attuale che ora più che mai vedono restare invenduti gli immobili di piccole dimensioni. In particolare, i monolocali risultano essere quelli più scartati.



Perché questo fenomeno?

Come capita spesso, la motivazione è da ricercarsi in più fenomeni.

Da un lato abbiamo notato come la solitudine abbia avuto una forte incidenza nelle nostre vite.

Il lockdown forzato ha fatto suscitare in molti la fobia di trascorrere troppo tempo da soli. Siamo esseri sociali e come tali abbiamo bisogno di interagire.

I monolocali sono sempre stati gli immobili prediletti dai giovani che ad oggi, sembrano preferire il voler condividere degli spazi con altri coinquilini piuttosto che rischiare di passare mesi in compagnia di loro stessi.


Un altro motivo è più per una ragione pratica: con la nascita dello smart working nasce anche l'esigenza di avere una stanza da adibire ad ufficio.

Si tratta di un'esigenza che accomuna molte persone. Le famiglie hanno bisogno di stanze separate per svolgere il lavoro da remoto e per consentire ai propri figli di frequentare la Didattica a Distanza.


Ecco quindi che gli immobili di piccole dimensioni non rispecchiano più le esigenze del mercato.



Ma non solo internamente: anche l'esterno conta!

Le zone rosse e arancioni ci costringono ad uscire di casa lo stretto necessario. Ecco quindi che molto spesso l'unica via di fuga sembrerebbe essere quella di passeggiare per i giardini privati o prendere un caffè sul terrazzo.

A quanto pare è un lusso che pochi italiani possono concedersi. Ma la tendenza cambierà.

Le richieste degli acquirenti si colorano di spazi verdi e di balconi.

Gli immobili visionati più spesso sia online che fisicamente sono quelli che soddisfano queste richieste.



Case più grandi: quale tipologia di immobile vince?

Per dare risposta a questa domanda faremo riferimento all’analisi condotta da Tecnocasa a inizio 2021.

Tra tutti gli immobili di grandi dimensioni, a vincere sembrerebbe essere il trilocale. La sua domanda è aumentata del 40.5% seguito poi dal quadrilocale che raccoglie il 24% delle preferenze e dal bilocale con il 23,1% delle scelte.


Al monolocale spetta solo il 3,8% delle richieste.



Il fenomeno del South Working

Per ultimo è importante citare il fenomeno del South Working. Si tratta della tendenza a ritornare al sud.

Molte persone nate del meridione ma trasferitesi al centro o al Nord Italia per lavoro, sembrano essere ritornate in terra natia per riavvicinarsi alle proprie famiglie, continuare a lavorare in smart working e per godere di spazi più ampi ad un minor costo.



Quanto durerà il fenomeno?

Secondo i ricercatori e chi lavora nel settore immobiliare questa tendenza non scomparirà nel breve periodo. Anzi probabilmente per i prossimi anni, il popolo italiano, continuerà a prediligere la condivisione e l'acquisto di spazi di maggiori dimensioni. Possibilmente anche distanziandosi dai grandi centri per riuscire ad ottenere a prezzi accessibili immobili con giardini, terrazzi e balconi.



#monolocale #lockdown #immobili #agenteimmobiliare #settoreimmobiliare #agenziaimmobiliare #acquistomonolocali #comprarecasa #smartworking #spazipersmartworking #southworking



4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti