Cerca
  • ASANA Comunicazione

Mutui Green

L'importanza della sostenibilità ambientale inizia a emergere anche nel settore bancario.

Ecco quindi che molte #banche hanno iniziato a creare delle proposte agevolate per tutti coloro che intendono acquistare un #immobile ad alta efficienza energetica.


L'idea dell'istituzione dei cosiddetti "Mutui green" arriva dalla Commissione Europea che, assieme alla European Mortgage Federation, inizia a valutare la possibile creazione di prodotti finanziari utili ad agevolare l'acquisto o la costruzione di immobili con prestazioni energetiche di classe A o B; oppure a sostegno di interventi di riqualificazione.

In questo ultimo caso il miglioramento delle prestazioni deve essere pari almeno al 30%.


I termini di durata variano a seconda della #banca così come i tassi di interesse.

Utile da sapere è che si potranno finanziare dall’80% al 100% del valore dell’immobile.


I #mutui green si differenziano dai mutui erogati normalmente.

Come già anticipato, la differenza è che per un mutuo green per l’acquisto sarà necessario allegare anche la richiesta dell’attestato di prestazione energetica (APE) che certifichi come l’immobile rientri in classe A o B.

Mentre per la riqualificazione sarà necessario attestare, in seguito, la riuscita del miglioramento delle prestazioni energetiche.


Nonostante la rilevanza del tema, in Italia solo il 10% delle case rientra nelle categorie di alta efficienza energetica. Ecco perché il sistema bancario ha cercato di agevolare l’acquisto di questi immobili.

Inoltre, per dimostrare il crescente interesse e la riuscita di questo stimolo, è stata condotta un'analisi da parte di Facile.it e Mutui.it realizzata su un campione di oltre 75 mila richieste raccolte dai due portali di comparazione tra maggio e febbraio 2021.

Questa analisi ha portato in luce come, nel corso degli ultimi nove mesi, 3 richiedenti su 100 hanno presentato domanda per ottenere un finanziamento "verde" per l'acquisto della casa.


Analizzando il profilo dei richiedenti, emerge che chi ha presentato domanda ha cercato di ottenere, in media, 174.151 Euro, vale a dire il 32% in più rispetto all'importo medio normalmente richiesto agli istituti di credito per comprare un immobile.


È indubbio che i valori possano ancora incrementarsi. A rallentare l'acquisto di questi immobili vi è l'attuale situazione economica che, a causa della continua emergenza sanitaria, resta stagnante.


Quale regione è più propensa all'acquisto di immobili green?

Esaminando invece i dati su base territoriale emerge che la regione con la quota maggiore di domande di mutui green sul totale è il Trentino-Alto Adige, seguito dal Veneto e dalla Valle d'Aosta.

Il nord Italia sembra essere quello che ha più a cuore il tema.


In tutto ciò occorre considerare che grazie al Superbonus 110% molti edifici miglioreranno la propria classe energetica ampliando così il bacino di immobili che potranno accedere a questo tipo di finanziamento.


L'interesse degli italiani verso il Superbonus 110% è confermato anche da una recente indagine condotta per Facile.it da mUp Research e Norstat, dalla quale risulta che sono oltre 9 milioni i nuclei familiari che hanno intenzione di approfittare dell'incentivo per riqualificare la propria abitazione.


#superbonus #superbonus110




1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti